Archivi categoria: Informazioni

FOTO Reggio Emilia 100 anni dopo la Prima Guerra Mondiale

Sabato 28 giugno è stato presentato a Reggio Emilia, presso l’Hortus Catomes Tot, l’ottavo DVD della collana Paolo Rumiz racconta la Grande Guerra, Il soldato innamorato, nel corso della serata Reggio Emilia 100 anni dopo la Prima Guerra Mondiale.
Il DVD è ancora in edicola con Repubblica!

Sono intervenuti Alessandro Scillitani (regista), Mirco Carrattieri (Istoreco), Carlo Perucchetti (Centro Studi Musica e Grande Guerra), Chiara Bombardieri (Archivio San Lazzaro), James Garimberti (Obiettivo Storia), con la partecipazione di Stefano Ferrari violino, Marco Macchi pianoforte, Tommi Prodi chitarra.

Il soldato innamorato
Le memorie, i diari, gli scritti dei soldati nel fango delle trincee. Ma anche le musiche, la fotografia, le forme d’arte espresse, cercando la vita nei luoghi di morte.

Il DVD, realizzato da Paolo Rumiz e Alessandro Scillitani, contiene anche interviste a Carlo Perucchetti, fondatore e vicepresidente del Centro Studi Musica e Grande Guerra. Guarda il trailer!

Il DVD è ancora in vendita in edicola con Repubblica a 9,90 € in più.
Guarda il piano dell’opera!

Annunci

Il soldato innamorato in EDICOLA con Repubblica

Da oggi è in edicola con Repubblica il DVD n. 8 della collana Paolo Rumiz racconta la Grande Guerra:

Il soldato innamorato
Le memorie, i diari, gli scritti dei soldati nel fango delle trincee. Ma anche le musiche, la fotografia, le forme d’arte espresse, cercando la vita nei luoghi di morte.

Il DVD, realizzato da Paolo Rumiz e Alessandro Scillitani, contiene anche interviste a Carlo Perucchetti, fondatore e vicepresidente del Centro Studi Musica e Grande Guerra. Guarda il trailer!

Dopo la sconfitta dei Russi, il conflitto si mondializza. Americani e Inglesi in Italia, Italiani in Francia, Nordafricani, Turchi, Asiatici. Un coro di voci, con i ritratti dei vari scrittori (Celine, Hemingway, Ungaretti, Gadda, Remarque) in sovrapposizione ad immagini delle trincee.

Il racconto dei vari fronti nel mondo. La necessità dell’arte nella guerra. Gli scrittori, i disegnatori, i fotografi da tutti i fronti. Il pianoforte portato sull’Adamello per allietare gli ufficiali. Il racconto di Carlo Perucchetti, che partendo dalla memoria di suo nonno sta archiviando lo sterminato repertorio delle musiche composte durante la guerra, e il fatto che in gran parte questa sia una memoria dimenticata. Un gruppo di musicisti suona alcune partiture ritrovate nelle trincee e nei luoghi di prigionia.

Il diverso modo di intendere la musica sui vari fronti. La natura scanzonata dei canti triestini. La malinconia delle terre slave. Il racconto di Sebastian sul tenente poeta.

Tanti i contributi fondamentali per questo film, fra cui quello della Fondazione Archivio Diaristico Nazionale onlus, quello dell’Archivio Ligure della Scrittura Popolare, e poi il Centro Studi Musica e Grande Guerra, Carlo Perucchetti, Antonio Bonfrisco, Maddalena Scagnelli, Anna Perotti, Elisa Dal Corso, Franco Guglielmetti, Gabriella Gabrielli, Silvia Felisetti.

Il DVD è in vendita in edicola con Repubblica dal 9 luglio 2014 a 9,90 € in più.
Guarda il piano dell’opera!

Paolo Rumiz racconta la Grande Guerra
Paolo Rumiz racconta la Grande Guerra
Paolo Rumiz racconta la Grande Guerra in DVD
Paolo Rumiz racconta la Grande Guerra in DVD

 

 

 

 

 

 

“Capire l’Europa del ‘14 è indispensabile per intendere quella del 2014. Non è possibile capire se cammini eretto là dove loro sono andati strisciando come vermi. Non puoi, se porti scarpe asciutte e vestiti puliti”.
Paolo Rumiz

CONCERTO Corpo Bandistico Giacomo Puccini – Bologna, 11 aprile 2014

CONCERTO – venerdì 11 aprile 2014, ore 21
Bologna, Circolo Ufficiali dell’Esercito (Palazzo Grassi, via Marsala 12, Bologna)

Concerto    Quel mese d’aprile. Musica e canti della Prima Guerra Mondiale
con il Corpo Bandistico Giacomo Puccini diretto da Marco Benatti
e il Coro La Biele Stele

11 aprile 2014 banda PucciniIn collaborazione con Centro Studi Musica e Grande Guerra

– Prenotazioni presso la reception del Circolo (051 238183) oppure al n. 347 7918975 entro il 6 aprile
Ingresso concerto: 8 euro | Cena e concerto: 20 euro | Abito scuro

Per informazioni:
– http://www.bandapuccini.it/  |  bandapuccini@gmail.com  |  347 7918975

Comunicato stampa:
Venerdì 11 aprile 2014 alle ore 21.00 il Corpo Bandistico G. Puccini – DLF Bologna, in collaborazione con il Circolo Ufficiali dell’Esercito e il Centro Studi Storico-Militari “Gen G. Bernardini” presenta un programma di musica e canti per commemorare il Centenario dell’inizio della Prima Guerra Mondiale. Sarà presente il coro “La Biele Stele”, un gruppo di giovani studenti universitari, e contribuisce alla serata anche il Centro Studi “Musica e Grande Guerra” di Reggio Emilia.
Ingresso a pagamento a 8 euro, oppure ingresso + cena = 20 euro; per prenotazioni: reception del Circolo (051 238183) oppure al n. 347 7918975 (entro il 6 aprile)

11 aprile 2014 banda Puccini INVITO

La mostra Prigionieri dimenticati a Iseo (BS), 4-6 aprile 2014

da venerdì 4 aprile a domenica 6 aprile 2014
Iseo (Brescia), Castello Oldofredi (viale Rampa Cappuccini 3)

Mostra    Prigionieri Dimenticati | italiani nei lager della grande guerra
a cura di Rolando Anni, Mirco Carrattieri, James Garimberti e Carlo Perucchetti

Filo spinato Grande Guerra

Ingresso libero
Visite guidate
Prenotazioni per gruppi e scolaresche
Per informazioni:
– Biblioteca Comunale di Iseo, tel. 030 980035, biblioteca@comune.iseo.bs.it
– Carlo Perucchetti, tel. 0522 672272, carlo.perucchetti@tin.it

 

Tutti gli eventi in programma dal 8 marzo al 8 maggio 2014! Spettacoli, concerti, mostre

TUTTI GLI EVENTI IN PROGRAMMA DAL 8 MARZO AL 8 MAGGIO 2014

sabato 8 marzo 2014 ore 21
San Michele della Fossa (Bagnolo in Piano, Reggio Emilia), La Latteria  (via Alta 23)

Spettacolo teatrale    SANDRONE SOLDATO ovvero PER LA PIU’ GRANDE ITALIA
commedia scritta nei lager di Rastatt e Cellelager (1917-18) da Angelo Ruozi Incerti

Compagnia ATS | regia di AURO FRANZONI

Ingresso 8 euro, incluso buffet con gli attori a fine spettacolo

Info e prenotazioni: tel. 0522 954454, e-mail arcilatteria@libero.it

Sandrone soldato, 8 marzo 2014 sandrone soldato

______________

da venerdì 4 aprile a domenica 6 aprile 2014
Iseo (Brescia), Castello Oldofredi (viale Rampa Cappuccini 3)

Mostra    Prigionieri Dimenticati | italiani nei lager della grande guerra
a cura di Rolando Anni, Mirco Carrattieri, James Garimberti e Carlo Perucchetti

Ingresso libero
Visite guidate
Prenotazioni per gruppi e scolaresche
Per informazioni:
– Biblioteca Comunale di Iseo, tel. 030 980035, biblioteca@comune.iseo.bs.it
– Carlo Perucchetti, tel. 0522 672272, carlo.perucchetti@tin.it

______________

venerdì 11 aprile 2014, ore 21
Bologna, Circolo Ufficiali dell’Esercito (Palazzo Grassi, via Marsala 12, Bologna)

Concerto    Quel mese d’aprile. Musica e canti della Prima Guerra Mondiale
con il Corpo Bandistico Giacomo Puccini diretto da Marco Benatti
e il Coro La Biele Stele

In collaborazione con Centro Studi Musica e Grande Guerra

Prenotazioni presso la reception del Circolo (051 238183) oppure al n. 347 7918975 entro il 6 aprile
Ingresso concerto: 8 euro | Cena e concerto: 20 euro | Abito scuro

Per informazioni:
– http://www.bandapuccini.it/  |  bandapuccini@gmail.com  |  347 7918975

11 aprile 2014 banda Puccini

______________

Altri eventi in definizione!

Chi siamo

L’Associazione Centro Studi MUSICA E GRANDE GUERRA” si è costituita il 17 novembre 2012 con la finalità di raccogliere la più ampia documentazione (biografie, spartiti, registrazioni, immagini, bibliografie e sitografie) relativa alla produzione musicale – a livello sovranazionale – durante la Prima Guerra Mondiale e, in particolare, sulle opere composte dai musicisti impegnati nei vari fronti o costretti alla prigionia di guerra.
Si raccolgono anche opere di compositori non combattenti scritte prima, durante e dopo l’evento bellico, purché abbiano attinenze con esso.
Rilievo viene dato alla musica popolare che trova espressione nei canti di trincea dei soldati e alla musica per le bande militari.

L’equipe dei Soci fondatori è composta da:

PRESIDENTE: Andrea Montanari – andrea.montanari@hotmail.com
VICEPRESIDENTE: Carlo Perucchetti – carlo.perucchetti@tin.it
SEGRETARIO: Michele Ballarini – mikecello@tin.it
Rolando Anni – rolando.anni@libero.it
Raffaella Barbierato – uff.manoscritti@bibliocremona.it
Antonio Bonfrisco – abonfri@libero.it
Mirco Carrattieri – presidenza@istoreco.re.it
Lorenzo Fornaciari – forlore@aliceposta.it
James Garimberti – ljgarimberti@libero.it
Daniela Iotti – daniela.iotti@fastwebnet.it
Mariella Sala – msala@teletu.it

Enti patrocinatori:

  • Istoreco (Istituto per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea in Provincia di Reggio Emilia)
  • Archivio storico della Resistenza bresciana e dell’Età contemporanea – Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia

Le finalità sono contenute nell’articolo 4 dello Statuto approvato:

L’Associazione ha natura culturale e di ricerca storica e non ha fine di lucro. Essa si propone, in primo luogo, di raccogliere la più ampia documentazione (biografie, spartiti, registrazioni, immagini, bibliografie e sitografie), sulla produzione musicale, a livello sovranazionale, durante la prima guerra mondiale e, in particolare, sulle opere composte dai musicisti impegnati nei vari fronti o costretti alla prigionia di guerra. Si raccolgono anche opere di compositori non combattenti scritte prima, durante e dopo l’evento bellico, purché abbiano attinenze con esso. Rilievo viene dato alla musica popolare che trova espressione nei canti di trincea dei soldati e alla musica per le bande militari.

L’attività dell’Associazione potrà esplicarsi nei modi ritenuti più opportuni e, in particolare, il Centro Studi si propone di mettere a disposizione degli studiosi tutto il materiale raccolto perché possa essere approfondito, attraverso la ricerca storica, letteraria e artistica nel tema della musica nella Grande guerra, in modo che vengano acquisite da una prospettiva non scontata nuove letture e interpretazioni sull’evento che ha dato inizio al secolo breve.

Il Centro Studi intende organizzare, in collaborazione con altre realtà culturali, convegni di studio, manifestazioni musicali e attività didattiche multimediali (in particolare con le Istituzioni formative) che contribuiscano alla conoscenza e alla diffusione della musica della Prima guerra mondiale. Inoltre si propone di documentare la ricerca con la pubblicazione di cataloghi, studi delle musiche raccolte e produzioni a tema.

Con l’alto patrocinio della Struttura di missione per la Commemorazione del centenario della Prima guerra mondiale – Presidenza del Consiglio dei Ministri

LOGO PRESIDENZA LogoTracciati_consegna vettoriale

I prossimi appuntamenti (mostre, concerti, spettacoli teatrali)!

Share this:

Ricerca

Tra l’ottobre e il novembre 2007, nell’ambito dell’attività di ricerca dell’Istituto Storico della Resistenza di Reggio Emilia (ISTORECO), il prof. Carlo Perucchetti, in collaborazione con altri musicisti e studiosi italiani, ha avviato un’indagine storica sovranazionale sulla produzione musicale d’autore durante la prima guerra mondiale e, in particolare, su:

  • musiche composte al fronte da musicisti-soldati direttamente coinvolti nel conflitto
  • musiche scritte nel periodo 1914-1918 da compositori non coinvolti in guerra
  • musiche d’autore inerenti la guerra scritte prima o dopo il conflitto

In questi contesti viene raccolta e valorizzata anche la musica per le bande militari scritta nel periodo bellico.

Per il canto popolare, riguardo al quale sono già stati redatti studi esaurienti in Italia, è obiettivo della ricerca acquisire, confrontare, studiare e mettere in relazione tali studi con quelli degli altri paesi partecipanti al conflitto.

Si ritiene che approfondire il tema della musica nella Grande Guerra significa acquisire, da una prospettiva non scontata, nuove informazioni sul tragico evento, vero e proprio trauma d’origine del Novecento. Una specifica ricerca in questo campo, tutt’ora poco esplorato a livello accademico, è da ritenersi nuova, soprattutto se svolta a livello sovranazionale.

Stato dei lavori al 31 dicembre 2012

1020 opere che a vario titolo sono inerenti direttamente alla Grande Guerra, relative a

449 compositori che hanno partecipato direttamente o indirettamente alla Grande Guerra, provenienti da

23 paesi: Australia, Austria, Belgio, Canada, Cekia, Estonia, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Italia, Croazia, Lettonia, Montenegro, Olanda, Polonia, Portorico, Romania, Russia, Serbia, Slovacchia, Stati Uniti, Svizzera, Ucraina, Ungheria

 

Attività didattica

Grande Guerra: musica dai fronti e dalla prigionia

Nel decennio 1910-1920, in cui si svolge la prima guerra mondiale (reputata da molti esperti come “trauma d’origine del ‘900”) la musica propone prospettive diversificate, innovative, spesso di grande qualità che ben testimoniano (come del resto l’arte visiva, la letteratura, la poesia) la fine di un’epoca e l’inizio del mondo contemporaneo. Tra i 65 milioni di uomini mobilitati nei vari paesi c’erano anche i musicisti, di due generazioni almeno; la maggior parte di essi ha continuato a pensare e a scrivere musica, compiendo un atto di documentazione in presa diretta che spesso contrastava con quanto vivevano quotidianamente. Quindi, come le lettere, le fotografie e i disegni anche gli spartiti musicali (spesso creati su carta da lettera con un pentagramma vergato a matita) costituiscono documenti di verità, che, tra l’altro, non sono stati sottoposti a censura.Quelle note testimoniano il bisogno di tanti artisti e musicisti, coinvolti nel conflitto a vario titolo, di esprimere il proprio vissuto. Dal punto di vista della storia della musica si assiste ad una vera e propria esplosione di creatività personale che fa scoprire nuove frontiere espressive e, sostanzialmente, un moltiplicarsi di stili che spesso frantumano quelli precedenti.

Il Centro Studi MUSICA E GRANDE GUERRA offre, in condivisione di impostazione con gli Istituti scolastici, la possibilità di ripercorrere l’evento bellico in prospettiva sovranazionale, proponendo musiche e testi, spesso illuminanti per comprendere eventi e storie personali.

Il Centro Studi, in vista del centenario della Grande Guerra, offre alle Scuole superiori un percorso di approfondimento storico-musicale consistente in una serie di eventi da tenersi nelle sedi dell’Istituto. L’impostazione del progetto sarà in condivisione stretta con i docenti della Scuola e con le potenzialità, anche musicali, della stessa.

Proposta per il 2013: Musica dai fronti e dalla prigionia

In programma esecuzioni di musiche, letture, commenti e immagini di opere provenienti dai vari fronti della guerra e dalla prigionia. Una proposta di taglio generale in grado di dare un primo sguardo generale sull’argomento insistendo sia sulle relazioni che sulla varietà delle opere.

Il Centro Studi sta predisponendo lo studio di un sistema didattico differenziato per tipologia di scuola: Scuole medie inferiori, Scuole medi superiori, Università

 

 

Contatti

Dal 2013 sono aperte le iscrizioni all’Associazione.

Ad ogni Socio viene rilasciata una tessera.

La quota associativa annuale ammonta a 30 euro (pagamento preferibilmente per bonifico bancario).

Chi è interessato a far parte dell’Associazione può contattare il Presidente o il Vicepresidente:

PRESIDENTE: Andrea Montanari – andrea.montanari@hotmail.com – 3472834538
VICEPRESIDENTE: Carlo Perucchetti – carlo.perucchetti@tin.it – 3470572693

Link utili

ISTORECO

Istituto per la Storia della Resistenza e della Società contemporanea in provincia di Reggio Emilia,

http://www.istoreco.re.it/

 

Archivio storico della Resistenza bresciana e dell’età contemporanea

Università Cattolica del Sacro Cuore

http://centridiricerca.unicatt.it/resistenza

 

A D A F A – AMICI DELL’ARTE – FAMIGLIA ARTISTICA (Cremona)

http://www.adafa.it/index.html

 

Biblioteca Statale di Cremona

http://www.bibliocremona.it/

 

Biblioteca “Antonio Venturi” del Conservatorio di Musica “Luca Marenzio”

http://www.conservatorio.brescia.it/biblioteca-conservatorio-brescia.asp

 

Istituto per la storia del Risorgimento italiano, Roma

Museo Centrale del Risorgimento al Vittoriano

http://www.risorgimento.it/php/page_gen.php?id_sezione=5

 

CIME E TRINCEE

http://www.cimeetrincee.it/